Se c’è una cosa che amo fare quando vado in un posto nuovo è provare e scoprire il meglio dell’enogastronomia locale.
Stufo delle solite piadine in busta che ci propinano i supermercati, ho colto l’occasione di una visita ad alcuni parenti di mia moglie per decidere quale fosse la miglior piadineria di Rimini.

Tour gastronomico di Rimini in 4… piadine!

Chiedendo in giro e dopo uno sguardo alle classifiche di TripAdvisor ho costruito il mio itinerario e, insieme a mia moglie e mio figlio di 9 anni, ho tratto le mie conclusioni. Eccole qui:

Tappa 1: Nud e Crud

Un’ambientazione che è davvero un gioiello, il Borgo San Giuliano, una location curata e colorata e un menù per tutti i gusti. Nud e Crud è una piadineria con servizio al tavolo, che offre tantissime combinazioni di condimenti e soprattutto impasti particolari come il kamut e il farro. Oltre alle piadine e ai cassoni, c’è anche una vasta selezione di primi piatti tradizionali, piatti unici più sfiziose e insalate.

La piadina da provare: impasto al farro bio con carne di Chianina del Montefeltro e Mora Romagnola, crema di squacquerone, pomodoro, insalata e cipolla stufata

Perfetta se: cerchi un posto che abbia un servizio da ristorante, ingredienti di alta qualità e proposte gourmet

Tappa 2: Casina del Bosco

Un locale moderno a due piani che affaccia sul Parco Federico Fellini, il cuore del lungomare, con un personale davvero cordialissimo e un servizio veloce. Anche qui la scelta di piadine (tutte quadrate) e cassoni è davvero ampia: si passa dai condimenti più classici ad abbinamenti più audaci, sempre con ingredienti locali e qualche proposta di pesce.

La piadina da provare: Sardoncini dell’Adriatico senza lisca cotti in forno con pane profumato, radicchio e cipollotto

Perfetta se: hai poco tempo ma non vuoi rinunciare a qualità, ampia scelta e un servizio impeccabile, godendo della bellissima vista sul parco

Tappa 3: Dalla Lella

Ha tre punti vendita, uno in città e due in zona lungomare. Noi siamo andati in quella di piazza Kennedy, la più grande. Loro dicono apertamente di essere la migliore piadineria di Rimini, ma sarà vero?
Il personale sempre sorridente ci accoglie in un posto che sa di casa, si ordina al banco e si viene chiamati quando l’ordine è pronto. La scelta di piade è più tradizionale ma non mancano guizzi di creatività come i triangolini e la farcitona. Già dal primo morso si sente la grande esperienza della Lella.

La piadina da provare: impasto Senatore Cappelli con prosciutto, squacquerone e rucola

Perfetta se: vuoi andare a colpo sicuro e provare un’autentica piadina romagnola servita da simpatiche signore con il cappello pieno di fiori

Tappa 4: Ciana e Monda

In una stradina secondaria di Marina Centro si nasconde la scoperta più bella di questo tour: Ciana e Monda. Qui si prende la piada “da passeggio” o ci si ferma per mangiare nei tavolini. La cosa più bella è vedere le cuoche all’opera, che impastano, stendono, condiscono e cuociono sotto i nostri occhi. Una selezione di piade e cassoni davvero invidiabile, con alcune piadine disponibili in base alla stagione.

La piadina da provare: impasto tradizionale con coppa stagionata e scamorza affumicata, oppure fatevi consigliare le proposte del giorno!

Perfetta se: per te è più importante la sostanza della forma. L’impasto è spettacolare, gli abbinamenti buonissimi e vedere come si fa la piadina è impagabile: piacerà a tutti!

Alla fine del mio tour non ho saputo decretare una classifica. Dalla tradizione più pura all’innovazione, se mangiate a Rimini, ovunque andrete, la vincitrice è una: sua maestà la piadina romagnola!